sabato 12 settembre 2009

Il Tiramisù di Renato

 

Il Tiramisù di Renato è davvero buono e riscuote molto successo.

Ricetta:

- 500 g mascarpone
- 4 uova
- liquore  “Marsala” nel nostro caso abbiamo usato il Cointreau q.b.
- 75 g di zucchero
- 2 pacchi di Savoiardi (800 g)
- caffè espresso (poco zuccherato) q.b.
- cacao amaro in polvere

Preparazione:

In una terrina unire  i tuorli delle uova con lo zucchero e mescolarli.

In un’altra terrina  montare a neve l’albume, dopodiché unirli insieme e mescolarli di nuovo finché non si ottiene un composto omogeneo.

Bagnare i savoiardi nel caffè, molto velocemente, per non inzupparli troppo, e disporli ordinatamente sul fondo di una teglia o di uno stampo, ultimato il primo strato coprire con il composto e disporre un altro strato, coprire anch'esso e continuare fino ad esaurimento dei savoiardi e dell'impasto. Cospargere la superficie con il cacao amaro e far raffreddare in frigorifero.

Evviva il tiramisù di Renato!!!

Origini del Tiramisù:

Il tiramisù è uno dei dolci italiani più famosi, in Italia e nel mondo ed ecco perché ci sono tante varianti. Tra le più frequenti, troviamo il pan di Spagna al posto dei savoiardi, liquori o vini, aggiunta di frutta, sostituzione del caffè con il cacao o altri liquidi, eccetera.

Riguardo le origini del tiramisù, sono state rintracciate diverse storie, alcune molto fantasiose, altre che sembrerebbero più attendibili. Sono diverse anche le regioni che si contendono la paternità sulle origini del tiramisù: Piemonte, Lombardia, Veneto e Toscana.

La storia più fantasiosa riguardante le origini del tiramisù narra di un pasticciere torinese che, in seguito ad una richiesta dell'allora primo ministro Camillo Benso Conte di Cavour, creò un dolce che sostenesse il goloso statista nella sua difficile opera di unificare il territorio italiano. Da qui il nome, appunto, di "tiramisù".

Altri racconti, meno fantasiosi, ma allo stesso modo difficilmente confutabili, sulle origini del tiramisù, le fanno risalire o al ristorante "El Toulà" di Treviso, oppure all'opera di alcuni pasticcieri senesi, verso la fine del 1600, in occasione della visita del Granduca di Toscana, Cosimo III de'  Medici.
Il dolce avrebbe dovuto rappresentare quelle che erano le caratteristiche del nobile: grandiosità e semplicità. Era importante che fosse sfarzoso e goloso proprio come il duca. Venne così realizzata quella che al tempo fu chiamata “zuppa del duca”. In seguito sembra che i cortigiani attribuirono al dolce proprietà eccitanti e afrodisiache così che da “zuppa del duca” divenne "tiramisù".

Il tiramisù è un dolce ipercalorico, e per alleggerirlo si può sostituire il mascarpone con la ricotta, si può ridurre un poco lo zucchero e si possono ridurre oppure omettere i savoiardi per esempio in  milia esiste una versione più leggera del tiramisù, fatta solo con la crema, senza i savoiardi e con il cioccolato a scaglie mescolato all’interno che ancora oggi si chiama “crema della duchessa” o "zuppa della duchessa", ma secondo me non è la stessa cosa (dovrò provarlo, sarà buono comunque), ma ritornando al togliere per alleggerire, poi? Il gusto sicuramente non sarà e non può essere lo stesso!  No, non mi convince, non lo so… secondo me sicuramente non è un dolce da mangiare tutti i giorni, ma ogni tanto e con moderazione (questo vale per tutti gli alimenti).

6 commenti:

  1. ussignur..mi hai fatto venire una fame leggendo questa ricetta..

    complimenti per il tuo sito..è delizioso..proprio come questo tiramisù!!

    ..njara

    www.njara.it

    RispondiElimina
  2. sono capitata qui per caso, quanti consigli,complimenti!!
    buono il tiramisù!!

    RispondiElimina
  3. Riscuote successo? Lo credo bene... bravo questo Renato. Si può affittare come chef a domicilio?

    RispondiElimina
  4. Giulia: si, cerco di raggruppare alcuni consigli per averli a portata di mano e poi grazie anche a te per i complimenti. Il tiramisù? Si, davvero buono. Ciao.

    RispondiElimina
  5. Sabrine: Chef a domicilio? Ha,ha,ha, come idea non sarebbe male, a patto di fare il tiramisù, per le altre pietanze... così così!

    RispondiElimina

Grazie per la visita e per il commento! Hvala za obisk!
*************************************************************