martedì 29 gennaio 2013

E la piccolina in asilo … (Biancaneve e i 7 nani – la zucca di Halloween – San Niccolò – la barchetta)

lavora, lavora, lavora… Sorrisogioca!!!
Con l’aiuto delle maestre ha fatto tante cose molto carine.
A volte riesco a conservarle, ma non so quanto resisteranno altre volte non le conservo.
E’ bello vederla tutta sorridente e fiera nel mostrarci cosa ha fatto.
Ecco alcuni dei suoi lavoretti!
Biancaneve e i 7 nani– Sneguljčica
2012.02.Sneguljcica (1)

La zucca di Halloween – Buča
2011.Halloween.M (1)
 
San Niccolò’ – Sveti Miklavž
2012.12.05.SV.Miklavz.MF.
Oggi è arrivata saltellando con in mano”La barchetta”, ma ha detto che non l’ha fatta lei, ma la maestra.
Le ho chiesto chi è la maestra più brava e lei mi ha risposto che tutte sono brave (meglio così)!
La barchetta – Barčica
barchetta (2)

lunedì 28 gennaio 2013

TORTA DI MELE

2013.01.27.Torta.di (9)

Una torta semplice, veloce da preparare e molto buona!

Non è opera mia bensì peperepepeeeeeeeeeee squillino le trombe, rullino i tamburi!!!

E’ opera di………. di ……………di

MIO MARITO!!!

Io e la piccolina abbiamo aiutato il pasticciere Sorriso 

a preparare e a mangiare PRRRRRRRRRRR!!!

Ingredienti:

2013.01.27.Torta.di (1)

- 350 g di farina;

- 3 uova;

- 100 g di burro;

- 200 g di zucchero;

- 1 bustina di lievito;

- 1 mela a pezzetti (la prossima volta mettere 2 mele Sorriso);

- 1 mela a spicchi;

- 1 bicchiere di latte

Procedimento:

In un contenitore, usando uno sbattitore a fruste, miscelate le uova con lo zucchero, aggiungete il burro, il latte, la bustina di lievito e la farina. Mescolate molto bene, aggiungete le mele tagliate a pezzettini e rimescolate.

Oliate una tortiera (cca 25 cm di diametro) e versateci il composto dopodiché mettete sulla superficie le altre mele tagliate a spicchi.

Cuocete in forno già caldo a 180 gradi per circa 50 minuti.

2013.01.27.Torta.di (2)

Sfornate la torta, lasciatela raffreddare e spolverizzatela con lo zucchero a velo.

2013.01.27.Torta.di (7)

Opinioni: Una torta semplice, veloce da preparare e soprattutto molto buona!

Si possono usare le mele Golden, con la buccia gialla oppure le Fuji dalla buccia rosso chiaro, le Royal Gala con la buccia bicolore rossa e gialla.

domenica 27 gennaio 2013

TORTA CON FARINA DI CASTAGNE E CACAO

torta.cast (6)

Ingredienti:

200 g di farina di castagne;

150 g di farina;

200 g di zucchero;

60 g di cacao amaro;

1 pizzico di sale;

4 uova;

1 bicchiere di latte;

200 g di burro;

1/2 fialetta di aroma di rhum

Procedimento:

Terrina 1 - In una terrina mescolare uova e zucchero, aggiungere le uova e mezza fialetta di rhum e continuare a mescolare.

Terrina 2 - In un’altra terrina mescolare la farina di castagne (200 g) con quella”OO” (150 g) ed il  cacao dopodiché aggiungere la bustina di lievito (mescolare) e  aggiungere il burro a pezzettoni (mescolare).

Incorporare gli ingredienti della prima terrina a quelli della seconda e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. 

Preparare uno stampo a cerniera oliando il fondo e i lati e versarvi il composto.

Mettere in forno a 180° C per cca 30’.

Togliere dal forno, far raffreddare e cospargere con zucchero a velo.

Opinioni: buona, ma il gusto del cioccolato copre il gusto della castagna – verificare/variare le quantità.

domenica 20 gennaio 2013

Alla fine niente esame

di inglese base 2.
Pensavo che giovedì sarebbe statto il "D-DAY" e invece niente. La prof. ha detto che ha chiesto agli altri assenti se volevano fare l'esame e alla fine è risultato che l'unica ero io.
Ha detto che volendo potevo farlo lunedì e quindi sono uscita dalla classe perchè sarebbe stato uguale al precedente. Più tardi sono rientrata (ero andata a casa e mi sono consultata con il marito) perché alla fine ci aspettava la degustazione delle frittole preparate da Laura e non potevo mancare (buone!!!).
Dicevo che dopo aver parlato con mio marito ho deciso di non fare l'esame, dato che lunedì a causa di impegni lavorativi rientrerà la sera e subito dopo il piccolo ha l'allenamento di calcio e se deve portarsi entrambi, sicuramente la piccolina o si addormenterà o si annoierà in palestra ad aspettare. Decisione presa, anche se mi dispiace perchè ho frequentato e .... pazienza!
Per il resto la settimana passata è stata migliore della precedente, ma anche la prossima sarà impegnativa.
Vedremo.
Ciao a tutte/i.
Cliccandoci GO.

martedì 15 gennaio 2013

Moda, stile, proposte senza “risposte” per l’autunno inverno 2013–2014

per la maggior parte di noi resteranno soltanto proposte senza risposte ovvero senza acquisti!!!

moda

Premetto che non sono contraria alla moda, mi piace e non nascondo che mi piacerebbe seguirla, ma vuoi per un motivo o per un altro(soprattutto uno Sorriso non posso e quindi faccio come la maggior parte della gente, che al momento del bisogno, guarda le vetrine, entra per scegliere, provare e forse compare).

Guardando il TG hanno fatto vedere delle sfilate che secondo me resteranno proposte senza risposte ovvero senza acquisti, vuoi per i prezzi che sicuramente saranno fuori dalla portata dato che si parla di grandi griffe (aspettiamo i saldi per compare capi molto meno cari!!!): Prada, Calvin Klain, Trussardi, Salvatore Ferragamo, Dolce & Gabbana, Missoni… e poi perché tanti sono capi improponibili (anche con i saldi dubito che la gente comune li comprerebbe per andare a lavorare o per uscire per andare a fare la spesa o a mangiare una pizza).

Vi state chiedendo perché ?

Voglio proprio vedere quanti uomini incontrerò il prossimo autunno/inverno per esempio in piazza o in pizzeria con addosso una bella gonna (forse tra qualche anno).

Poi ci sono altri vestiti strani, particolari…

Voi sapete che fine fanno e perché li fanno? Forse soltanto per un effetto scenico? Dov’è la logica?

Ha senso tutto questo? Mah, forse sono io che non capisco.

Non sarebbe meglio fare una linea low-cost?  Già, già, quando si parla di grandi firme si parla di elite e di gente di un certo livello…

Poi durante queste sfilate è bello sentire le interviste, ovvero le risposte.

Non faccio neanche le domande, ma elenco soltanto un paio di risposte!

A me piace l’uomo con un paio di jeans e maglietta, scarpe normali, senza punta.

Oppure “L’uomo con la gonna non perde in virilità, è bello… (ok, la virilità dell’uomo non ha nulla a che vedere con la gonna, ma grumble gbrumble grumble “è bello” già 1,80m, magro, alto…ma la gonna? Davvero non ho parole!)

Un discorso a parte vale per i modelli e le modelle.

Tutti/e alti, magri, belli. E poi si sentono polemiche sui problemi di peso, sulle baby modelle…?

Allora perche’ non fanno delle sfilate con persone normali per gente normale?

Mi propongo anch’io Sorriso

Forse è troppo difficile fare gli abiti su misura? Forse spendono troppo? Forse sarebbe una sfilata ridicola?

Oggi mi sa che sono un po’ polemica, ma davvero a volte ci sono delle cose che …!

Se volete ditemi che ne pensate!

Ciao a tutti.

Cliccandoci.GO

domenica 13 gennaio 2013

Si sta avvicinando…

libri

si sta avvicinando il giorno dell’esame di inglese BASE2  per me, dato che per motivi di lavoro di mio marito l’esame assieme agli altri l’ho già saltato…peccato!!!

La settimana appena trascorsa è stata pesante, dato che la mia dolce metà ogni giorno ha avuto riunioni lavorative e ritornava a casa tardi.

Ho portato il piccolo a calcio, a religione…e la piccola ha saltato danza perché aveva mal di denti.

Giovedì mi squilla il cellulare, guardo e panico… leggo asilo! Rispondo e mi dicono che la piccolina e da un po’ che piange e si lamenta perché le fa’ male un dentino. Ho telefonato al dentista e preso appuntamento in giornata e appena possibile sono andata a prenderla.

Ho suonato il campanello. La bidella della sezione italiana mi ha visto e ha avvisato.

Aspetta e aspetta e arriva il papà di una compagna della piccolina che doveva portarla dal pediatra e poco dopo una bidella con la quale scambiamo quattro parole. Entra e non ci fa’ entrare dicendo che non ci è permesso.

Poco dopo fanno uscire prima la piccola in lacrime e poco dopo la sua amica.

Arrivate a casa le ho messo una suppostina di tachipirina e si è calmata. Più tardi siamo andate a prendere il fratellino e lo abbiamo portato a catechismo. Nel frattempo siamo andate dal dentista. Alla fine ha detto che in questo caso non le farà niente, dato che il problema non prosegue all’infinito, ovvero  la bambina mangia, beve, dorme…se sono episodi sporadici il consiglio è di ricorrere alla tachipirina. Nel caso in cui il problema causerà i su citati problemi, allora si, che riaprirà ecc.  (il dente è già stato curato mesi fa’) e poi ha detto che sono denti che cadranno, non so se è vero...

Uscite dal dentista tremava come una foglia. Siamo andate in negozio a comprare dei palloncini e poi a prendere il fratellino.

In auto oltre al giubbotto le ho messo anche una copertina.

Alla fine il mal di denti è passato, ma le è venuta la febbre e ha vomitato, così venerdì non sono andata a lavorare.

La mattina abbiamo portato il fratellino a scuola e poi siamo ritornate a casa e il pomeriggio siamo andate a riprenderlo.

Che settimana eh?

Vediamo e speriamo che la prossima sia migliore!

Ciao.

Cliccandoci.GO

venerdì 4 gennaio 2013

Asilo M. e scuola F.: regali/lavoretti dei bambini per Natale

Anche quest’anno vi faccio vedere il regalino che ha fatto M. in asilo durante la giornata del laboratorio. Giornata alla quale come sempre poteva parteciparvi un genitore o un parente. Non abbiamo partecipato ne io ne mio marito per motivi di lavoro, ma ho delegato mia zia.
La zia si è divertita molto e ha aiutato M. a fare il regalino, alla fine però gli altri bambini sono andati a casa e la piccolina è rimasta sola soletta con la maestra. La mattina avevo detto che andavo a prenderla, ma non pensavo di trovarla in lacrime.
Ero per strada quando la maestra mi ha telefonato chiedendomi se ero nelle vicinanze era preoccupata, pensava che avrei fatto tardissimo…e poco dopo ho ricevuto un’altra telefonata dalla scuola di F. avvisandomi che anche a scuola l’orario era ridotto.
F. aveva detto alla maestra che non sapevo l’orario di uscita, dato che la recita aperta a tutti era saltata a causa della malattia della maestra e avevano fatto la recita interna.
La mattina però avevo chiesto alla rappresentante di classe, quindi lo sapevo, ma comunque F. ha fatto bene ad avvisare la maestra, sta crescendo e sa che che come si dice “chiedere è lecito e rispondere è cortesia”.
Sono andata prima all’asilo. M. era in lacrime e la maestra al telefono. L’ho vestita e preparata, la maestra finita la telefonata ci ha dato il regalino e ha detto che si era messa a piangere e non era riuscita a calmarla. Io ero più triste di lei, vedendola con quel faccino sconvolto mi ha sconvolta.
Spero che il prossimo Natale riuscirò a partecipare al laboratorio, anzi vorrò partecipare…poi sarà l’ultimo anno di asilo…
già mi parlava di abbandono…non voglio che si senta abbandonata. Povera piccola!
Subito dopo siamo andati a prendere F. e poi siamo andati a casa.
Anche F. ci ha fatto un regalo con le sue mani, un alberello di natale e un biglietto di auguri con un disegno fatto con la pastasciutta.
Che dramma quando M. gli ha staccato un pezzo!!!
Ecco i regalini:
Regalo fatto da F. tatarataaaaaaaaa squillino le trombe, rullino i tamburi!!!
2012.12.Natale.F.

Regalo di M. e taratataaaaaa risquillino le trombe e rirullino i tamburi!!!
2012.12.Natale.M.
Elenco: - scatola per riporre i biscotti;
                -  piccolo abete decorato:
                 - bigliettino di auguri;
                - biscottini fatti in asilo che M. ci ha gentilmente offerto (mangiati subito!!!)

2012.12.Natale.F.M.
Ciao a tutti.
Cliccandoci.GO

mercoledì 2 gennaio 2013

Quest'anno? Facciamo degli errori?

Di solito cerchiamo sempre di non fare errori, per la paura delle conseguenze, per paura delle opinioni degli altri, ci teniamo stretto quello che abbiamo per paura di perderlo.
 
Questo è un'atteggiamento giusto o sbagliato?
Forse è giusto parzialmente.
Non possiamo sicuramente rischiare di perdere tutto, ma delle volte bisogna provarci anche comettendo qualche errore, perché come ho letto in un post (dove ho preso la seguente "locandina")
senza provare, senza fare errori non si stanno facendo cose nuove per...
 
 
Traduzione:
Spero che in questo anno a venire, si commettano errori,
perché se si stanno facendo errori, allora si stanno facendo cose nuove, imparare, vivere, spingendo se stessi, cambiare te stesso, cambia il tuo mondo.
Stai facendo le cose che non hai mai fatto prima, e più importante, si sta facendo qualcosa.
Non congelare, non ti fermare, non ti preoccupare, che non è sufficiente, o non è perfetto, qualunque essa sia: l'arte, o l'amore, o di lavoro, o la famiglia, o la vita.
Tutto ciò che è hai paura di farlo, fallo.
Fai errori, il prossimo anno e per sempre.
Neil Gaiman


La paura di sbagliare ci frena, ma quando ci obbligano a cambiare e non abbiamo la possibilità di farlo...allora in quel caso l'errore di chi è?

Molte persone hanno (abbiamo) paura di fare errori, ma possiamo anche farci una domanda: Quello che stiamo facendo è un errore?"

Alla fine volente o dolente in 365 giorni qualche errore lo faremo e speriamo anche di correggerlo.

Ciao a tutti!!!

Cliccandoci.G.





 

martedì 1 gennaio 2013

E oggi si inizia un nuovo anno!!!

Benvenuto 2013!
Attento eh, che ho tante speranze!

Come ho detto il 2012 non è stato un anno bellissimo, anche perchè lavorativamente parlando ... (vedi post precedente), ma non è stato nemmeno un anno bruttissimo.

Molte sono le cose per cui posso essere grata, ho una famiglia, un tetto sulla testa...e spero che questi siano dei punti fermi.

Comunque spero che il 2013 sia migliore, sempre pensare in meglio no?

Lo so già che non potrà essere un tappetino, ma ci saranno anche dei gradini da superare,  ma spero di riuscire, spero che riusciremo a superarli quei gradini, propabilmente inciampando e cadendo, ma alla fine riuscendo a rialzarci arrivando alla meta!

Spero che quest'anno sia un anno felice e sereno e sopratutto che stiamo tutti bene e poi...

Intanto dobbiamo essere grati a Dio per aver passato un capodanno tranquillo in famiglia.

Ieri abbiamo mangiato e festeggiato fino a tardi, quante cose buone!!!






Oggi ci siamo alzati tardi e poi siamo andati a pranzo dalla cognata.
Mio marito stava appena digerendo la cena di ieri e toh, un pranzetto al quale non si può dire di no!
Abbiamo mangiato, mangiato, mangiato...ma ai kg ci penseremo a tempo debito, adesso non è il momento! Come si dice? La dieta la inizierò domani! Quando arriva domani, praticamente alla stessa domanda segue la stessa risposta...hahaha!
A parte gli scherzi un pò di equilibrio e sana alimentazione ci vuole.
Vedremo il da farsi e quello che faremo e vorremo fare.

Ciao a tutti!